» Fernando Cardenas, pittore

Fernando Cardenas, pittore

Mi è sempre piaciuto osservare le orme del tempo, e in particolare quelle lasciate dai maestri venuti prima di noi, raffiguranti nella pietra tratti capaci di sfidare l’eternità: così nelle creazioni di Roberto Mari si rivelano i tratti del passaggio del tempo in un linguaggio cromatico giustamente colto, reinterpretato nell’equazione del gioco “Acqua-Tempo-Marmo” che si trasforma in opera d’arte dalla composizione squisitamente moderna, fatta di marcati contrasti forti ma al tempo stesso poetici. In una sorta di rassegna delle epoche, emergono i segni di una lingua ancestrale, antropologicamente legata alla terra,  che a sua volta sembra maternamente offrirsi al cercatore o al viandante alla ricerca del proprio destino: l’interlocutore è la roccia, per chi – come Roberto – sa ascoltarne la voce. Quel linguaggio arcaico e perduto, di chi sa “vedere” il vero spirito vibrare anche nella materia apparentemente più inerte e granitica, lui l’ha imparato da bambino, tra le grandi rocce della sua Gorizia, per ritrovarlo tra quelle della Versilia e riversarlo nelle sue interpretazioni. Così il marmo, materiale elettivo per l’uomo di tutti i tempi, diviene una sorta di partitura, di tessitura, di stampa che – come una lente – permette di cogliere quello che la Natura scrive nella materia e che, declinato dalla sensibilità di Roberto, parla a tutti quegli uomini che anche nelle piccole cose quotidiane sanno intuire il nesso profondo tra tutte le cose: che ogni elemento ha una sua funzione, che ogni essere ha la sua missione e lungo il suo cammino ne ricerca continuamente la tracce, nel materico come nello spirituale.

 

 

Roberto Mari 2014 | Privacy Policy | Ringraziamenti Up