» Ferite dell’inconscio

Ferite dell’inconscio

Ferite dell’inconscio

Ferite dell’inconscio

Le cave di marmo sono spesso oggetto di discussione: una ricchezza, un male necessario, una deturpazione del territorio…

In questi scatti il marmo viene trasfigurato attraverso il colore. Le geometrie dei tagli operati dall’uomo si sommano al naturale processo di erosione e ossidazione, permettendo di riconoscere altre forme, lì imprigionate così come nella nostra coscienza.

Una materia così dura e impenetrabile rivela una bellezza inconsueta. Così:

un esercizio di fantasia, un parallelo tra materia e animo umano, un punto di vista differente, ma anche la sublimazione di una ferita.

Roberto Mari 2014 | Privacy Policy | Ringraziamenti Up